La Microsoft rivuole i suoi portatili indietro

Il portatile della discordiaMicrosoft ne ha combinata un’altra delle sue. Non contenta infatti di aver inasprito l’astio esistente tra giornalisti e bloggers inviando gratuitamente a questi ultimi un notebook alquanto prestante con Windows Vista installato sopra per far in modo che in rete cominciassero a circolare delle serie recensioni sul nuovo sistema operativo, adesso la casa di Redmond sembrerebbe aver fatto un passo indietro.

La celebre software house, forse non soddisfatta delle recensioni circolate in rete circa il prodotto consegnato gratuitamente ad alcuni influenti blogger, vorrebbe indietro il proprio regalo di Natale. Che dietro tutto questo ci sia la ribellione dei giornalisti offesi per esser stati sottovalutati rispetto ad i bloggers? Non credo. Forse le alte sfere della Microsoft non pensavano di scatenare tutto questo baccano nella blogosfera ed in tutto ciò che ci gravita attorno. Forse confidavano nel tacito silenzio dei bloggers che influenzati dal costoso regalo avrebbero fatto comparire di lì a poco una miriade di recensioni positive sul nuovo sistema operativo pronto per il lancio senza lasciar trapelare il tentativo di corruzione.

Personalmente ritengo che sia soltanto l’ennesima caduta di stile del colosso americano che sta collezionando figuracce su figuracce, come da tradizione, anche su un prodotto che deve ancora essere ufficialmente rilasciato al grande pubblico. Dall’altra parte la reazione di coloro che rappresentano agli occhi dei mass media tradizionali la blogosfera non poteva essere migliore ed è la conferma che se non è un ambiente incorruttibile, poco ci manca. Non sarà certo con qualche portatile che si può comprare il tacito consenso alla pubblicizzazione di ciò che non lo è.

Se vi siete persi qualche puntata ecco qualche fonte: 1 2 3 4 5 6

Rispondi