Perchè leggere un blog?

Il recente meme lanciato da Luca De Biase e poi diffuso nella blogosfera da Luca Conti, che lo ha portato fin sulle pagine di Nova24, ha fatto chiarezza su che cosa sia un blog perchè, leggendo le varie opinioni espresse dagli addetti ai lavori chiamati in causa, ci si può sicuramente schiarire le idee sulle infinite sfacettature che questo strumento ha e per molti è stato un ottimo modo per togliere quell’alone di misteriosità e di misticità che soventemente aleggia minacciosamente attorno a questo nuovo figlio della comunicazione targata web duepuntozero.

A volte però, anche se può sembrare strano, quando mi prendono le mie crisi mistiche c’è una domanda un pò particolare che mi assale e non mi lascia dormire sogni tranquilli. Siccome adesso sono in preda ad una di queste crisi ve la rigiro sperando di stimolare una discussione e da avere qualche punto di riferimento su cui fare affidamento quando mi sento solo e smarrito nei meandri della blogosfera.

La domanda da cento milioni di dollari è: perchè leggere un blog?

Ovvero per quale motivo sentite la necessità di leggere quello che amici, parenti, conoscenti o molto spesso sconosciuti scrivono sul loro blog? D’altronde per tenersi informati ci sono generalmente altre fonti che in teoria dovrebbero essere più affidabili ed efficienti, per discutere degli argomenti più disparati ci sono community e forum mentre per avere un’accozzaglia di contenuti tutti a disposizione da quando mondo è mondo ci sono i portali. Perchè andarsi a leggere ogni giorno decine se non centinaia di blog?

Io personalmente lo faccio per diversi motivi molto spesso con poche affinità tra di loro e che magari risulteranno chiari ed utili solo me. In ogni caso mi piace sempre tenermi aggiornato su quello fa, dice o pensa chi conosco personalmente o anche solo virtualmente ed il blog è un ottimo strumento soprattutto quando per problemi temporali non ci si può sentire direttamente tramite i vari programmi di instant messaging o telefonicamente. Tra le altre motivazioni che mi spingono a spulciare quotidianamente il mio aggregatore di feed c’è anche il fatto che oggi giorno le informazioni a nostra disposizione sono tante ed è difficile filtrare il bombardamento mediatico che ci assale ad ogni ora del giorno. Tramite la “mia” blogosfera ho un ottimo filtro sulle informazioni degne di nota che mi erano “scappate” in precedenza, filtro che molto soventemente non si limita alla sua funzione primaria ma stimola in me anche riflessioni ed il sorgere di dubbi che altrimenti non si porrebbero.

Ora come ora potrei continuare ad annoiarvi per giorni sul perchè valga la pena leggere un blog. Quello che mi preme però è sapere cosa ne pensate voi per riflettere su significati ed atteggiamenti che magari mi interessano di persona e ai quali non ho mai fatto troppo caso. In particolare chissà se risponderanno e cosa risponderanno a tale dubbio amletico Luca Conti, Luca De Biase, Matteo, Samuele, Vittorio, Maurizio, Andrea, Gaspar, Mavero, Napolux, Marco, Plamasco, Tony, Davidonzo, Catepol, Placida, Estroversa, Luigi, Giovy, Fullo, Stefano, Federico, Lele, Stefano, Cristian, Tambu, Giorgio, Francesco, Vito, Senzastile, Axell, Luca, Nicola e Camu.

27 pensieri riguardo “Perchè leggere un blog?

  1. Pingback: Full(o)bloG
  2. Anche io leggo i blog (tanti) per diversi motivi :

    Alcuni perchè scrivono su temi che mi interessano

    Alcuni perchè pur spesso non conoscendolo “dal vivo”
    mi risulta simpatico il blogger per come scrive o per
    quel che scrive

    Alcuni per affinità ( passioni in comune etc)

    Alcuni per informazione ( blogonet)

    Alcuni li leggo per un pò e poi perdo interesse, altri li
    scopro grazie ai commenti sul mio blog e magari vengo colpita
    da un commento (oppure da un commento su un blog che leggo)

    Insomma i motivi sono tanti come tante sono le tipologie di
    blog e di blogger quindi penso sia difficile per qualcuno
    non trovare qualcosa di suo interesse in giro per la blogosfera

  3. 1 – Mi fido del blogger (ma vale per qualsiasi sito).

    2 – E’ di solito indipendente. Può dire cose che mi piacciono o meno. La differenza che il giornalismo è che solitamente il blogger quello che scrive lo pensa.

    3 – E’ aggiornato costantemente.

    4 – E’ multidisciplinare. Un blog può parlare di informatica, politica, figa…

    5 – Può sorprendere. Un blog, non avendo vincoli editoriali, può parlare per 10 anni di informatica e stupirti un giorno con un discorso filosofico…

    Ovviamente parlo dei blog che considero tali. IMHO i vari network di nano publishing sono delle testate giornalistiche che usano wordpress 😉

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.