10 cose che ogni nuovo utente Mac dovrebbe sapere

Se avete deciso di fare il grande passo ed acquistare finalmente un Mac, potreste trovarvi un pochino spaesati di fronte al nuovo sistema operativo tanto che anche le operazioni più semplici potrebbero mettervi come dire… a disagio. Non preoccupatevi è una sensazione normalissima che di solito si prova quando si è di fronte a qualcosa di nuovo che magari abbiamo desiderato per tanto tempo ed adesso temiamo di “rompere” come magari successo in passato con qualche PC. Ma qualsiasi Mac abbiate di fronte vi posso assicurare che una volta rotto il ghiaccio e capita la logica di funzionamento di Mac OS X, tremendamente semplice da usare, vedrete che non vi fermerà più nessuno ed incomincerete a gustare con una certa soddisfazione tutte le cose che farete col vostro nuovo gioiellino.

Ma veniamo al dunque. Ecco quello che dovreste sapere per incominciare a prendere confidenza con il vostro nuovo Mac.

Trascinamento

Quando dovete spostare file e/o cartelle dimenticatevi i comandi Copia, Incolla, Taglia ed Invia a… Per fare tutto questo il metodo più semplice su Mac è quello del trascinamento o drag-n-drop, quindi non complicatevi la vita inutilmente e sfruttate gli innumerevoli vantaggi che l’interfaccia finestre veloce ed intuitiva offerta dal Finder vi mette a disposizione. Per spostare il file X dalla cartella A a quella B basterà quindi aprire le due cartelle e prendere il file in questione con il mouse e tenendo premuto il tasto spostarlo da una cartella all’altra per poi rilasciare.

Questo metodo tra l’altro è anche supportato dalla stragrande maggioranza delle applicazioni e vi risparmierà tempo e fatica quando dovrete inserire dei file al loro interno, quindi quando dovrete inserire una foto in un vostro documento Word oppure mandare un file ad un vostro amico tramite Skype basterà prendere con il mouse il file in questione, trascinarlo e poi rilasciarlo nella finestra del programma in cui vogliamo utilizzarlo. Semplice, intuitivo, veloce.

Monotasto ma non monofunzione

A differenza dei classici PC, su Mac il mouse ha un solo tasto. Ma non spaventatevi per questo: è una scelta che rispecchia la filosofia con cui tutto il sistema operativo è stato progettato. Tutto è accessibile con un solo click senza troppi rompicapi e/o macchinosi giri di parole. Insomma incominciate a pensare differente e ad entrare nell’ordine di idee che quando dovete effettuare qualche operazione la via più semplice è anche la più breve nonchè la più efficace.

Se sentite molto la mancanza della funzione del “tasto destro” del vostro mouse e non vi va di cambiarlo allora vi verrà in aiuto il tasto Ctrl: premetelo contemporaneamente al tasto del mouse e sarà come premere il tasto destro del mouse di un qualsiasi PC. Cercate un’area vuota della Scrivania e cliccate premendo Ctrl e capirete subito che cosa intendo

Installazione/Disinstallazione applicazioni

La maggior parte delle applicazioni per Mac si installa semplicemente trascinandole nella cartella Applicazioni del vostro hard disk. Allo stesso modo se volete disinstallarle basterà prenderle dalla cartella Applicazioni e trascinarle nel Cestino.

Solitamente la maggior parte degli applicativi viene rilasciata sotto forma di pacchetto compresso nel formato .dmg, raramente si possono trovare in formato .tar.gz oppure .zip o .sit. In ogni caso state tranquilli perchè basterà un doppio click per scompattarli senza bisogno di nessuna applicazione aggiuntiva. Una volta decompressi i pacchetti in questione avrete sulla vostra scrivania o una cartella o un disco removibile virtuale all’interno del quale c’è la vostra applicazione: trascinatela nel vostro disco rigido nella cartella Applicazioni ed il gioco è fatto. Se avete un CD il procedimento è ancora più semplice perchè una volta localizzata l’applicazione da installare dovrete solo preoccuparvi di trascinarlo nella solita cartella Applicazioni.

Chiusura forzata delle applicazioni

Se siete degli ex utenti Windows quando qualcosa andava storto e un’applicazione si bloccava e non rispondeva più ai vostri comandi per evitare di dover spegnere la macchina solitamente vi affidavate alla combinazione di tasti CTRL-ALT-CANC e poi nel task manager andavate a scovare l’applicazione in questione per terminare il processo. Bene, su Mac cambia la combinazione di tasti che è ALT-MELA-ESC e le cose risultano leggermente più ordinate (date un’occhiata all’immagine sotto) ma il principio rimane lo stesso.

Forzare chiusura applicazioni

Rimozione dischi esterni

Per rimuovere velocemente e senza far danni un qualsiasi disco esterno dal CD all’hard disk sul quale effettuate il backup, dalla USB Pen alla fotocamera basterà prendere l’icona del dispositivo in questione che avete sulla Scrivania e semplicemente trascinarlo nel Cestino. Si proprio nel Cestino. Tranquilli non verrà eliminato nella e non perderete nessun dato perchè tale operazione serve proprio al contrario: ovvero a rimuovere in modo sicuro il dispositivo esterno che quando scomparirà dalla Scrivania sarà scollegabile fisicamente dal vostro computer nella più totale sicurezza.

Avete scompattato un file compresso nel formato .dmg e sulla vostra Scrivania è presente un disco esterno virtuale? Trattatelo come fosse un disco esterno normale e quindi per “staccarlo” usate il metodo descritto sopra: trascinatelo nel cestino.

Niente antivirus e niente firewall

Se vi state domandando perchè in firo non trovate antivirus o firewall per Mac OS X la risposta è molto semplice. Non siete voi che non siete stati sufficientemente bravi a cercare ma è il mercato che da questo punto di vista è quasi del tutto inesistente. Per Mac il numero dei virus è praticamente inesistente, ogni tanto viene scoperta qualche vulnerabilità del sistema operativo ma solitamente la Apple corre subito ad i ripari ed in 10 anni sinceramente non ho mai avuto problemi di questo tipo. Per quanto riguarda il discorso firewall tutto quello che serve è già in vostro possesso: il firewall integrato di Mac OS X vale molto di più di parecchi prodotti a pagamento per Windows e la sua semplicità d’uso è disarmante. Andate in Preferenze di Sistema -> Condivisione -> Firewall e ve ne renderete conto.

Niente deframmentazione

Quando un PC incomincia ad essere tremendamente lento anche nelle operazioni più banali, la prima domanda che sorge spontanea è “Hai provato ad effettuare una deframmentazione del disco?”. Un utente Mac non si potrà mai porre un interrogativo del genere perchè grazie alle solide fondamenta date dall’architettura Unix, il Mac OS Extended Journaled file system mette tutte le cose al loro posto e mantiene ordinato il vostro hard disk senza bisogno di nessuna deframmentazione. Se però ormai siete dipendenti da questa operazione, c’è un’applicazione che fa qualcosa del genere (anche se di deframmentazione non si può parlare avendo un file system journaled) e si chiama iDefrag.

NoDefrag

Preferenze di Sistema

Se su Windows il “ponte di comando” del sistema operativo era il famigerato Pannello di controllo il suo corrispettivo su Mac sono le Preferenze di Sistema. Ci potete accedere dal Menu Mela oppure dal Dock. Sono divise in cinque macro-aree a loro volta suddivise in varie sezioni. Tutte è accessibile in modo semplice ed intuitivo in ogni caso quando si vanno a modificare le impostazioni di alcune sezioni ci vuole la massima attenzione perchè si tratta sempre del centro di controllo principale del sistema operativo.

Preferenze di sistema

Elementi che si avviano al login

Una cosa veramente fastidiosa sono quelle applicazioni che una volta installate si avviano volenti o nolenti al login. Altre volte invece ci sono della applicazioni che sarebbe comodo che si avviassero quando ci logghiamo nel nostro computer ma non lo fanno di default. Se in Windows tutto questo era controllabile tramite l’utility msconfig su Mac potete scegliere cosa avviare e cosa non avviare al login dal menu Preferenze di Sistema -> Utenti -> Elementi Login semplicemente spuntando o meno tutto ciò che volete avviare o meno non appena vi loggate nella vostra macchina.

Elementi Login

Scorciatoie da Tastiera

Se pensate che il tempo sia denaro e vi interessa aumentare la vostra produttività velociddando le operazioni più ripetitive allora le scorciatoie da tastiera fanno al caso vostro. Ogni volta che utilizzate un’applicazione nuova quando scorrete i suoi menu fate sempre attenzione sul lato destro alle scorciatoie dedicate ad esso: una volta che vi sarete abituati ad usarle tutto sembrerà semplicemente un gioco!

Command-? Aiuto Mac
Command-A Seleziona tutto
Command-C
 Copia
Command-D Duplica l’elemento selezionato
Command-E Rimuove il volume, il media o il server
Command-F Trova
Command-H Nasconde l’applicazione in uso
Command-I Apre la finestra Informazioni dell’elemento selezionato
Command-J Mostra/nasconde la finestra Mostra Opzioni Vista
Command-K Connessione al server
Command-L Crea un Alias dell’elemento selezionato
Command-M Minimizza una finestra nel dock
Command-Opzioni-M Come il comando sopra solo che minimizza tutte le finestre
Command-N
 Apre una nuova finestra
Command-O Apre gli elementi selezionati
Command-Q Chiude l’applicazione in uso
Command-V Incolla
Command-W Chiude la finestra attualmente aperta
Command-Option-W Come sopra solo che chiude tutte le finestre asperte
Command-X Taglia
Command-Z
 Annulla
Command-Canc Sposta tutti gli elementi selezionati nel Cestino
Command-Maiusc-A Apre al cartella Applicazioni
Command-Maiusc-N Crea una nuova cartella
Command-Maiusc-Canc Svuota il cestino
Command-Tab Permette di spostarsi tra le applicazioni aperte

N.B. Command è il nome “ufficiale” del tasto Mela mentre il comando Opzioni equivale al tasto Alt

56 pensieri riguardo “10 cose che ogni nuovo utente Mac dovrebbe sapere

  1. non riesco a capire perchè, quando trascino un file dal finder alla scrivania mi compare un segnale di divieto di sosta ed il file ritorna nel finder

  2. Molto utile, grazie. Ma come si fa a andare velocemente all’inizio o alla fine di un documento? Con Windows bastava ctrl+fine o ctrl+inizio per arrivare immediatamente. E se volessi scaricare Google earth mi puoi dire come fare? Fiorella

Rispondi