Montare le cartelle Condivise di Windows sul vostro Mac

Allora vi siete finalmente decisi a fare il grande passo e avete acquistato il vostro primo Mac ma avete ancora il vostro vecchio PC sul quale sono presenti tutti i vostri dati e magari volete passarli velocemente sul Mac, ho indovinato? Ok, come indovino non sono mai stato un granché e potrei non aver indovinato un bel niente però se state cercando un modo per montare sul vostro Mac una cartella condivisa di Windows per poter traferire dei dati da un PC ad un Mac che sono collegati alla stessa rete ethernet (magari tramite il vostro router casalingo) allora siete capitati nel posto giusto.

Ci sono diversi modi per fare tutto questo tra i quali si annoverano metter su un server FTP oppure un server SSH, ma sono metodi un pochino difficili da mettere in pratica e per una rete casalinga non sono proprio l’ideale. Fortunatamente Mac OS può leggere le cartelle condivise di Windows molto semplicemente: vediamo come.

Attivate la Condivisione sul vostro PC

Per prima cosa dovete abilitare su Windows la condivisione della cartelle che volete condividere in rete con il vostro Mac. Per fare questo, una volta scelta la cartella, basterà selezionarla e cliccarci sopra con il tasto destro e scegliere la voce Proprietà (Properties). A questo punto spostatevi nella scheda Condivisione ed attivate la condivisione spuntando la voce Condividi questa cartella in rete (Share this folder on the network), scegliendo un nome per la condivisione (sarà questo nome che vedrete sul Mac). Eventualmente se volete poter modificare i dati presenti in questa cartella spostandoli, cancellandoli e modificandoli direttamente dal Mac, spuntate anche la voce sotto (Permetti agli utenti di modificare i miei file) che vi permette di fare tutto ciò.

windows-share-folder1

Se inserite un nome di condivisione della cartella più lungo di 12 caratteri Windows vi avviserà che non su tutti i sistemi operativi è possibile usare nomi così lunghi, quindi il consiglio, anche se su Mac non ci sono di questi probelmi, è di scegliere un nome che non superi tale lunghezza.

Controllate l’indirizzo IP del vostro PC

Per accedere alla vostra cartella condivisa dovrete dare a Mac OS X l’indirizzo IP su cui cercarla, quindi vi serve sapere qual è l’indirizzo IP del vostro PC che potete facilmente avere usando il comanda ipconfig che vi dovrebbe restituire una schermata come sotto. In questo caso l’indirizzo IP del PC è 192.168.1.102

windows-get-local-ipaddress

L’alternativa meno “ortodossa” è utilizzare il nome del vostro PC che a volte può risultare anche un metodo più efficace perché se avete un sistema di assegnazione degli indirizzi IP dinamico vi evita problemi quando questi ultimi dovessero cambiare a vostra “insaputa” in quante se utilizzatr il nome del PC questo non varierà mai. Per conoscere il nome del vostro computer basta selezionare Risorse del Computer quindi click con il tasto destro e andate nella scheda Nome Computer dove vi verrà mostrato sia il nome del vostro PC che il nome del suo gruppo di lavoro.

Connettetevi al server dal vostro Mac

A questo punto non vi resterà che spostarvi sul vostro Mac e selezionare la menu in alto del Finder Vai->Connessione al server quindi inserite l’indirizzo IP del vostro PC o il suo nome (non è case sensitive) preceduto dal suffisso smb:// quindi ad esempio smb://192.168.1.102 oppure smb://nomevostrocomputer

connect-to-server

A questo punto se avete fatto tutto correttamente il Mac dovrebbe trovare il PC in rete e chiedervi di inserire le credenziali per collegarvi che sono in sostanza il vosto nome utente e la vostra password per collegarvi a Windows.

smb-auth

Un volta che vi sarete collegati dovrete scegliere quale cartella andare a montare sul vostro Mac, In questo esempio andiamo a scegliere la cartella “PC – My Docs” e quindi cliccare su OK.

smb-choose-share

samba-shreSe avete fatto tutto correttamente avrete la vostra cartella “PC – My Docs” montata sulla scrivania del vostro Mac e se avete abilitato in precedenza la possibilità di leggere e scrivere su di essa la potrete trattare come una normalissima cartella del vostro computer. Questo è molto utile se per esempio volete effettuare il backup del Mac sul vostro PC in quanto basterà scegliere la cartella condivisa appena montata sulla scrivania come cartella di destinazione del vostro backup ed il gioco è fatto.

Volendo potete automatizzare tutto questo in modo che ogni volta che effettuerete il login sul vostro Mac venga effettuato in automatico dal sistema operativo e voi abbiate la vostra cartella condivisa a disposizione senza bisogno di fare niente. Basterà infatti aprire le Preferenze di Sistema quindi andare su Account e scegliere la scheda Elementi Login e aggiungerci il volume in questione e d’ora in poi non dovrete fare più nulla.

[via LifeHacker]

E voi come fate a collegarvi da vostro Mac al vostro PC? Sono curioso di sapere se usate metodi più semplici o soluzioni più complesse per qualche particolare motivo.

13 pensieri riguardo “Montare le cartelle Condivise di Windows sul vostro Mac

  1. Alcuni “piccoli” problemi. Nonostante da Windows 8.1 riesca ad aprire la risorsa di rete condivisa Mac (ho condiviso la cartella Scrivania dove ho le cartelle di lavori), dal Mac, dopo aver inserito l’IP del PC per accedervi, nel momento in cui mi chiede user e password mi viene risposto che l’una o l’altra non sono corretti. Eppure facendo il ping dal Mac i pacchetti vengono negoziati e la risolrsa di rete Windows la vede. Inutile aggiungere che anche da Windows ho attivato la condivisione, così come da Mac ho impostato tutti i parametri attivi afp, ftp, smb.
    Ancora una cosa: perché da Windows, quando apro la cartella condivisa (Scrivania) alcune cartelle in essa contenute riesco a copiarle sul PC, mentre altre no?

  2. Salve a tutti, ho un piccolo problema. Da Mac non riesco a vedere XP, prendo -36 quando cerco di connettermi con smb://IP di XP. PC con IP fisso su router via ethernet, Mac in WIFI.

    Grazie mille

Rispondi