Supporto tecnico e collaborazione facilitate con iChat in Leopard

Sinceramente fino ad oggi non avevo trovato un buon motivo per aggiornare immediatamente a Leopard. Tutta questa frenesia che c’è in giro sinceramente non mi ha toccato perchè per me non c’erano ragioni concrete per aggiornare con la fretta che hanno molti utenti. Forse perchè non soffro di sindromi di inferiorità nei confronti di altri sistemi operativi in quanto non baso la mia analisi sull’interfaccia grafica e sinceramente Leopard differisce da Tiger fondamentalmente per l’interfaccia grafica più curata e poche altre cose.

Ho sentito molto parlare di Time Machine ma sinceramente non ho la più pallida idea di che cosa faccia e di come lo faccia perchè non ho avuto tempo per andare ad approfondire l’argomento. Molto interessanti mi sembrano invece le nuove funzionalità di iChat su Leopard che apprendo grazie a questo articolo di Lifehacker. Il tanto bistrattato programma di instant messanging della Apple che ha perso molti “punti” in questi ultimi anni in seguito all’esplosione del Voip, ha diverse novità importanti che vi permetteranno di interagire con parenti ed amici a distanza in modo molto più interattivo.

Di che cosa sto parlando? Semplice, del fatto che la nuova versione di iChat su Leopard ha la possibilità di condividere l’attività del vostro desktop ed i vostri documenti con un click con parenti ed amici e viceversa. Si avete capito bene: con un click potrete permettere ad uno devi vostri contatti di vedere quello che state facendo sul vostro Mac e volendo potrete anche permettergli di darvi una mano a fare qualcosa che non siete in grado di fare autorizzandolo a controllare il vostro Mac a distanza.

iChat Screenshot 1

Ok, non è una novità assoluta e chi conosce i client VNC lo sa benissimo. D’altronde credo che sia stato proprio integrato un client VNC dentro iChat per fare tutto ciò. Però trovo la cosa geniale e molto utile almeno dal mio punto di vista. Infatti in quanto evangelizzatore e responsabile del passaggio di molto amici sparsi qua e là nel globo al mondo Mac sono anche il loro consulente tecnico di fiducia ad honorem. Spesso mi trovo quindi a dover spiegare in modo improponibile cose che si imparano molto più in fretta vedendo praticamente come si fanno e credo che molto sanno quello di cui sto parlando.

iChat Screenshot 2A dimostrazione del fatto che la Apple quando fa qualcosa lo fa in grande c’è il fatto che per vedere quello che il vostro parente/amico/conoscente di turno sta facendo sul suo Mac basterà cliccare col tasto destro del mouse sul suo contatto in iChat e scegliere l’opzione Chiedi a XXZ di condivere la sua Scrivania. A questo punto al vostro interlocutore arriverà la richiesta di autorizzazione a condividere il suo desktop con voi né più e né meno come se gli stesse chiedendo di vedere la sua webcam ed una volta che vi avrà autorizzato potrete vedere a tutto schermo quello che sta facendo il vostro contatto sul suo Mac che magari se ne sta dall’altra parte della Terra e ovviamente potrete controllare il suo Mac per fargli vedere come si elimina un’applicazione oppure come si usa il timbro in Photoshop.

iChat Screenshot 3

Conoscevate già questa nuova funzionalità di iChat? Non trovate anche voi che sia comodissima? Se siete così fortunati da averla potuta provare voglio assolutamente sapere come l’avete trovata. Funziona bene come promette la Apple?

9 pensieri riguardo “Supporto tecnico e collaborazione facilitate con iChat in Leopard

  1. cosa c e che non va? tento di installare leopard dopo un po mi dice
    firewire unable to determine security-mode defauting to full-secure
    dove sta lintoppo? grazie per la risposta ciao

  2. @wanna

    Molto probabilmente quella che vuoi eliminare è quella predefinita che stai utilizzando attualmente. Quindi sostituiscila con un’altra (rendendola predefinita) e ripeti l’operazione di eliminare le foto recenti.

  3. non riesco ad eliminare le foto su i chat…faccio da elimina recenti, ma mi toglie tutto tranne l’ultima…e guarda caso è proprio quella che voglio levare…
    mi sai aiutare?non sono molto pratica e forse non riuscirò a tornare su questo sito…se mi mandassi una mail, saresti davvero gentile!!!
    grazie in anticipo
    wanna

  4. Magari il kernel sarà quello, non sono informato in merito quindi non mi espongo.
    Non saprei, ad esempio, se tra Panther e Tiger ci fossero stati cambiamenti a livello di kernel: perché se il kernel di OSX è sempre quello dal 10.0, allora valutare un upgrade in funzione del kernel significa non upgradare mai, rimanendo sempre a Cheetah.
    Forse (ma sottolineo il forse, perchè non so come sia variato il kernel di OSX nel tempo) le grandi novità risiedono quasi sempre nelle applicazioni (Dock, Spotlight, etc…).

    Su Leopard probabilmente la pensiamo diversamente in merito alle applicazioni novità: per te sono solo di contorno, per me invece valgono il centinaio di euro dell’upgrade!
    Tutto qua! 😉

  5. @Henry

    Perchè a livello di kernel (che è quello che realmente conta in un SO) non ci sono novità.

    Time Machine mi sembra la scopiazzatura di quella funzione che hanno messo tempo addietro su Win XP per riportare lo stato della macchina a quello che era in una determinata data per risolvere possibili problemi dovuti ad aggiornamenti o all’installazione di nuove applicazioni.

    Cosa c’è di sostanzialmente nuovo in Leopard? Si ci sono tante piccole applicazioni di contorno ma a livello di SO non vedo sostanziali novità.

  6. Confermo, l’ho usata oggi e funziona bene!
    Curiosità: come fai a scrivere:
    sinceramente Leopard differisce da Tiger fondamentalmente per l’interfaccia grafica più curata e poche altre cose.
    e poi, poche righe sotto, aggiungere:
    Ho sentito molto parlare di Time Machine ma sinceramente non ho la più pallida idea di che cosa faccia e di come lo faccia

    Mi par un controsenso! 🙂
    O sei informato su tutte le novità del Leopardo, oppure se non sei informato come fai a dire che differisce da Tiger solo per la GUI e poco altro? 🙂

  7. Io l’ho usata e devo dire che funziona molto bene, ma secondo me la cosa più bella è la funzione “Torna al mio mac” che ti permette di accedere al tuo mac connesso ad internet in qualsiasi punto del mondo uno si trovi basta avere l’abbonamento .mac

Rispondi