Come mettere in stop velocemente il tuo Macbook

I nuovi Macbook hanno come impostazione predefinita quella di mantenere intatti tutti i dati presenti sulla RAM quando li mettete in stop anche se in aggiunta il contenuto della stessa (che rimane sempre alimentata anche quando il Mac va in ibernazione) viene salvato per sicurezza sul disco rigido. Tutto questo ha indubbiamente i suoi vantaggi, perchè venendo salvati su disco i dati sono al sicuro e anche se la batteria si dovesse scaricare non perderete nulla, ma ci sono anche diversi svantaggi che in pochi considerano nonostante siano abbastanza importanti. Infatti oggigiorno si è soliti avere quanta più RAM possibile: ormai sta diventando uno standard defacto avere dai 2 GB in su di memoria volatile sui portatili per non parlare dei fortunati che possono permettersene 4 GB.

Pertanto quando chiudete il display del vostro Macbook per metterlo in Stop, lui per sicurezza effettua il salvataggio dei dati dalla RAM al disco rigido impiegandoci non poco tempo: quando infatti si parla di copiare qualche GB prima su hard disk prima che il trasferimento sia completato ci può volere anche qualche minuto ed in questo lasso di tempo l’hard disk è in funzione e sarebbe bene trattare con i guanti il vostro Mac per evitare possibili danni meccanici. Quando si è di fretta però qualche minuto può diventare un’eternità e molto spesso ci dimentichiamo di aspettare affinchè tutte le operazioni sopra elencate terminino e il portatile sia in stato di Stop.

Io per primo quando sono in Università e mi devo spostare da un’aula all’altra non vado tanto per il sottile ma chiudo il display, metto il Macbook in borsa e vado. Devo ammettere che fino ad oggi è andato tutto bene anche se solitamente chiudo sempre tutte le applicazioni ed i documenti aperti, però è stata più fortuna che altro. C’è comunque un modo per velocizzare drasticamente il tempo che il vostro Mac impiega per mettersi in Stop semplicemente disattivando l’opzione che fa in modo che tutti i datip presenti in RAM vengano salvati su hard disk.

Si tratta semplicemente di portare il Macbook dalla modalità di ibernazione n° 3 (sleep mode 3) alla n° 0 (sleep mode 0) come viene riportato in questo “vecchio” articolo di MacWorld. Se vi spostate spesso con il Macbook acceso mettendolo in fase di Stop il mio consiglio quindi è di fare questo cambiamento. Basta aprire il terminale e digitare la seguente riga:

sudo pmset -a hibernatemode 0

ovviamente casomai voleste tornare all’impostazione di default basterà digitare da terminale il seguente comando:

sudo pmset -a hibernatemode 3

Provate per credere. Io che ho “solo” un 2 GB di RAM passo da un tempo di 1 minuto a 7 secondi. Ovviamente abbiate l’accortezza di non lasciare mai aperte cose di una certa rilevanza perchè se vi dovesse finire la batteria nel frattempo le perderete.

9 pensieri riguardo “Come mettere in stop velocemente il tuo Macbook

  1. è la mia idea o da quando ho cambiato la modalità di stop a 0 sento più spesso il rumore del hard disk… come se salvasse + spesso i dati???

  2. @Smash: no il tuo Mac quando chiudi il coperchio salva i dati dalla RAM all’HD. I dati vengono comunque mantenuti in RAM, il salvataggio su hard disk è solo per sicurezza casomai dovesse esaurirsi la batteria e/o spegnersi il computer per qualsiasi altra ragione

  3. Scusami fammi capire quando chiudo il coperchio il mio mac va in stop…e la luce lampeggia…in quel caso salva tutti i dati in ram?
    Ora ho installato anche LightMe un’applicazione per spegnere il monitor e per mandarlo in ibernazione (non in stop) quando voglio io…in quel caso quei dati dove vanno in ram o nel disco? secondo me nel disco ma oggi mi è venuto un dubbio…
    L’ho mandato in ibernazione ma quando l’ho riacceso stasera aveva la batteria completamente scarica…
    Non riesco a capire…
    Ha consumato la batteria perchè i dati quando lo si mette in ibernazione erano in ram che consuma cmq batteria e quando sono tanti ne consuma di più?
    Stanotte farò un’altra prova per capire meglio…
    Grazie cmq delle informazioni!

  4. No, in pratica c’è un lasso di tempo in cui l’SMS è disattivato può durare pochi secondi o anche qualche minuto: a seconda di quanto piena sia la RAM.

    Se metti il Macbook in sleep mode 0 la RAM non viene salvata su HD e quindi il portatile va in sleep con SMS attivo quasi da subito.

  5. in pratica quel che dici è che l’SMS ha senso solo se il computer mi casca aperto?
    utile allora…haha, in ogni caso il mac si sfascia e perdo i dati in RAM. mah, rivaluto l’utilità del SMS che ho sempre invece considerato buono appunto per i miei “chiudi-rapido-e-vai-in-giro”…allucinante che la precedenza sia data alla memoria volatile piuttosto che all’integrità generica del mezzo…vabbuie…

    sembro scettico credo

  6. @giambo

    In modalità sleep il Sudden Motion Sensor funziona dopo che il contenuto della RAM è stato salvato su hard disk. Quindi c’è un lasso di tempo più o meno grande nel quale non funziona e l”hard disk è in funzione nel quale sarebbe meglio non spostare il portatile per evitare danni. In pratica finchè la lucetta non lampeggia il computer non è in sleep e l’hard disk è in funzione.

  7. @giabbo

    SMS che sarebbe?

    La RAM normalmente non è tenuta a giorno su disco. Solo alcuni programmi hanno questa funzione (tipo Office che “salva sia su RAM che su HD”) che ti permette di recuperare i dati nel caso l’applicazione crashi

  8. Ciao,
    non ho un macbook pro bensì un vecchio PB G4, che effettua immagino la stessa identica operazione giacché migliaia di volte l’ho messo a nanna, poi la batteria gli si è scaricata e cmq sempre tutto è tornato alle origini, ma forse la batteria non era completamente scarica, vabbé ho qualche problema di batteria da qualche tempo, dunque cosa succede davvero non saprei.

    leggendoti mi sono posto due domande:
    nel MB pro SMS non funziona in modalità sleep? mi pare strano.
    la RAM non è tenuta a giorno a da qualche parte su disco rigido costantemente?

    così per curiosità.

    d

Rispondi