Se Google avesse lo sfondo nero si risparmierebbero 3000 Megawatt all’anno

Su ItaliaMac si legge:

Mark Ontkush è partito dal presupposto che una pagina web con fondo bianco sfrutta circa 74 watt per essere visionata e una con fondo nero solamente 59 e ha fatto qualche calcolo…

Il ricercatore ha fatto un calcolo matematico prendendo in esempio uno dei siti con maggior traffico del mondo: Google.

Calcolando che su Google ci siano 200 milioni di ricerche al giorno e che ogni pagina venga guardata per circa 10 secondi, si stima che Google sia “aperto” per 550.000 ore al giorno sui computer dei navigatori di tutto il mondo.

Presupponendo che i navigatori guardino le pagine web a pieno schermo e che Google abbia un fondo nero si potrebbero risparmiare 15 watt (74-59). Questo, trasformato in un risparmio globale porterebbe ad avere un decremento di 8,3 Megawatt/ora al giorno o 3.000 Megawatt/ora al’anno.
Ora, se si stima che il 25% degli utenti non usa monitor piatti ma CRT e che un kilowatt/ora costi 10 centesimi di dollaro, si potrebbe avere un risparmio di 75.000 dollari. Sembrerebbe un buon risparmio considerato un semplice cambiamento di colore.

Chissà cosa ne pensa Mucio che ha rilanciato nella blogosfera l’iniziativa M’illumino di meno della trasmissione Caterpillar.

Personalmente ritengo che i dati siano da prendere con le pinze ma devono comunque far riflettere su come ognuno nel suo piccolo potrebbe dar qualcosa.

P.S. Io che ho su per giù 100 visite al giorno anche se lascio lo sfondo bianco non faccio un grande spreco…

Rispondi