The Venice Project diventa Joost

Joost logoQuello che fino a qualche ora fa tutti conoscevamo come The Venice Project, ovvero la rivoluzionaria piattaforma ideata dai creatori di Skype, Niklas Zennstrom e Janus Friis, con l’obiettivo di portare la televisione online, cambia nome.

O meglio assume un nome ben definito per lanciarsi più concretamente sul mercato. Adesso la compagnia che si occuperà di gestire lo sviluppo, la diffusine e la commercializzazione (in un prossimo futuro) dell’innovativo progetto si chiamerà Joost.

Naturalmente è tutto ancora segregato ai pochi eletti che hanno la fortuna di poter testare la beta privata. Ma questa novità, soprattutto da un punto di vista commerciale, lascia ben sperare tutti coloro che fremono per testare e poi usufruire a pieno ritmo di questo nuovo prodotto del sempre ridente vivaio del web 2.0

Screenshot 1 Joost

Voi che ne pensate? Siete attirati dall’idea di The Venice Project adesso Joost? Penso proprio di si vero?

P.S. Se da queste parti si dovesse casomai aggirare un beta tester che ha qualche inviti di cui liberarsi, ne possiamo parlare…

7 pensieri riguardo “The Venice Project diventa Joost

  1. Ad avercelo un invito. Siamo in tempo di vacche magre per adesso. Anche i beta tester hanno pochissimi inviti.
    Comunque se mai riuscirò a diventare beta tester e dovessi avere un invito te lo mando.

  2. Speriamo di poter provare al più presto la piattaforma perchè sembra molto interessate e sono sicuro che avrà un grande successo quando verrà rilasciata in futuro la versione aperta al pubblico.

    Io intanto sto fremendo per diventare beta tester

  3. La TV via web sarebbe una gran cosa: le fonti di informazione televisiva verrebbero moltiplicate, i costi per la produzione di programmi tv si abbasserebbero (diventerebbero come i podcast, possibili anche alle persone normali un minimo alfabetizzate informaticamente).

    Altro che digitale terrestre.

    Sarebbe necessario, però, un lettore che permetta di scegliere canali e programmi simile ad un MySKY. Sul pc è troppo scomodo, gli utenti devono poter utilizzare hardware simile ad un videoregistratore.

    Aggiornaci sul progetto!

Rispondi